Opera Lirica “La Traviata” di G. Verdi

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Opera Lirica “La Traviata” di G. Verdi

10 Settembre ore 21:15 23:45

Opera Lirica: “La Traviata” di G. Verdi. In caso di pioggia lo spettacolo verrà rimandato al giorno seguente.

ACQUISTA I BIGLIETTI

la traviata a palazzo farnese piacenza

 

 

IL CAST

ALEXANDRA GRIGORAS

Alexandra Grigoras, soprano
Nasce a Piatra Neamt (1992, Romania). Si è laureata in Canto Classico preso il Conservatorio Luigi Cherubini, Firenze con vuoti massimi e lode. Allieva della maestra Mariella Devia e Elena Botez. Consegue numerosi Masterclass con Mariella Devia, Giulio Zappa, Stefania Bonfadelli e Mirella Freni.
Ottiene il primo premio del Concorso Internazionale per giovani voci liriche “Flaviano Labò” (Piacenza, Italia) nell’anno 2017, a maggio di 2017 vincitore del primo premio e il premio per il Miglior Soprano del Concorso Internazionale di Canto Lirico “Ferruccio Tagliavini” (Graz, Austria) ed ad luglio di 2018 il secondo premio del Concorso Internazionale di canto “Opera de Tenerife” (Tenerife, Spagna).
Repertorio e in scena
Ruolo di Violetta Valery – opera “La Traviata” di Giuseppe Verdi (Slobozia, Romania – Europa Concert Hall), ruolo di Mimì – opera “La Bohème” di Giacomo Puccini (Teatro Colon de Buenos Aires, Argentina, Bari, Italia – Fondazione Teatro Petruzzelli; Massa Marittima, Italia – Festival Lirica in Piazza; Città di Orte;), ruolo di Liù– Opera – “Turandot” di G. Puccini (Auditorio de Tenerife; Teatro Massimo di Palermo), ruolo di Madama Cortese – opera “Il Viaggio a Reims” di G. Rossini (Auditorio di Tenerife), ruolo di Tatiana – opera “Evgheni Oneghin” di P.I. Tchaikovsky (Teatro Verdi di Trieste), ruolo di Contessa di Almaviva – opera “Le Nozze di Figaro” – W. A. Mozart (Teatro Comunale di Bologna; Opera Estudio de Tenerife).

GIUSEPPE INFANTINO

Infantino Giuseppe Michelangelo – Tenore
Giuseppe Michelangelo Infantino nasce a Leverkusen (D) nel 1994. Nel 2008 intraprende lo studio del pianoforte e successivamente del canto lirico, completando il percorso di studi e conseguendo la laurea con 110 lode e menzione d’onore. Vince il 2° premio al 5° Concorso pianistico “W. A. Mozart” di Mazara del Vallo. Vince il premio speciale “Miglior Tenore” assegnato dalla Fondazione Luciano Pavarotti al 6° Concorso Internazionale di Canto “Marcello Giordani”. E’ inoltre vincitore dell’edizione 2021 del concorso “Etta e Paolo Limiti” e del XVI° Concorso Lirico “Giuseppe Di Stefano”.
Debutta il ruolo di Rinuccio in “Gianni Schicchi” di G. Puccini al Teatro del Giglio (Lucca), al Teatro Dante Alighieri (Ravenna), al Teatro Comunale di Sassari e al Teatro degli Arcimboldi di Milano. Debutta il ruolo di Nemorino in “L’Elisir d’Amore” di G. Donizetti presso Opera Pienza. E’ Lord Arturo in “Lucia di Lammermoor” presso il Teatro Galli di Rimini. Debutta il ruolo di Edmondo in “Manon Lescaut” di G. Puccini al Teatro Carlo Felice di Genova, diretto dal Maestro Donato Renzetti per la regia di Davide Livermore. Recentemente ha debuttato il ruolo del Duca di Mantova in “Rigoletto” di G. Verdi a Bologna. Svolge inoltre una intensa attività concertistica: al Teatro Massimo di Palermo, al Teatro Greco di Segesta (Tp), al Teatro “Giuseppe Di Stefano” di Trapani, a Verona in collaborazione con il Festival Europeo d’Organo e a Firenze con l’Orchestra Erasmus, a Milano presso l’Associazione Amici del Loggione del Teatro Alla Scala. Si è esibito inoltre al Teatro Asioli di Correggio in occasione della premiazione con il “Pavarotti d’Oro” al tenore Francesco Meli, e a Mosca (Russia) per l’Istituto Italiano di Cultura, nell’ambito delle celebrazioni per i 100 anni dalla scomparsa del Tenore Enrico Caruso, in collaborazione con il Teatro Alla Scala di Milano. E’ spesso ospite dei concerti della Fondazione Luciano Pavarotti, per la quale si è esibito a Torino, Ferrara, Merano, Bologna, Modena, in Indonesia e presso la “Casa Museo Luciano Pavarotti”. E’ stato invitato a partecipare alle ultime quattro edizioni del Memorial Luciano Pavarotti per l’anniversario della scomparsa del Maestro.
Tra i prossimi impegni: il debutto del ruolo di Alfredo ne “La Traviata” di G. Verdi, nell’allestimento degli Amici della Lirica di Piacenza, la ripresa dei ruoli di Edmondo in “Manon Lescaut” al Teatro Lirico Cagliari e di Rinuccio in “Gianni Schicchi” per l’Ente Concerti Marialisa De Carolis di Sassari; a fine anno lo attende il debutto in Rodolfo ne “La Bohème” di G. Puccini a Sofia, Bulgaria.
Ha partecipato alla masterclass con il M. Leone Magiera; attualmente si sta perfezionando con la Signora Raina Kabaivanska.

ALESSIO VERNA

Alessio Verna – Baritono
Nato ad Alessandria nel 1988, laureando in Chimica, intraprende lo studio del canto lirico nel 2009 sotto la guida del Mezzosoprano Franca Mattiucci. Attualmente cura lo studio dello spartito con il M°Angiolina Sensale.
Concorsi e riconoscimenti:• Primo premio al 6° Concorso Internazionale “Alfredo Giacomotti”
• Primo premio al 4° Concorso Internazionale “Terre dei Fieschi”
• Secondo premio al 1° Concorso Internazionale “Franco Federici”
• Secondo premio al 1° Concorso Internazionale “Enzo Sordello”
• Terzo premio al 1° Concorso Internazionale “Franca Mattiucci”
• Terzo premio al Concorso Internazionale “Cappuccilli,Patanè, Respighi”
• Terzo Premio al Concorso Internazionale “Maria Malibran”
• Finalista al 5° Concorso Internazionale “Salicedoro”
• Finalista e “Idoneo” al 67° Concorso As.Li.Co
• Vincitore del ruolo di “Rigoletto” al 71° Concorso As.Li.Co
Impegni futuri:• Carmen e Traviata all’Arena di Verona
• Andrea Chenier al Teatro Comunale di Bologna e al Teatro Massimo di Palermo
• Les Vepres Siciliennes al Teatro Comunale di Bologna, al Teatro San Carlo di Napoli e al Teatro Real di Madrid
• Marcello in “Boheme” all’Israeli Opera Tel Aviv
• Il Dialogo delle Carmelitane, Teatro dell’Opera di Roma (Inaugurazione di stagione)
Debutti e produzioni (ordinati dagli impegni più recenti):2022• Robert ne “Les Vepres Siciliennes”, Teatro Massimo di Palermo, Dir. O.Wellber
• Dancairo in “Carmen”, Teatro Regio di Parma, Dir J. Bernacer
• Ping in “Turandot”, Teatro dell’Opera di Roma, Dir. O.Lyniv2021• Barone in “Traviata”, Teatro Regio di Torino, Dir. R. Calderon
• Sharpless in “Madama Butterfly”, Teatro Regio di Torino, Dir. P. Morandi
• J. Wallace ne “La Fanciulla del West”, Teatro Grande di Brescia, Dir. V. Galli
• Titinius in “Julius Caesar”, Teatro dell’Opera di Roma, Dir. D. Gatti2020• Marullo in “Rigoletto”, Circo Massimo/ Teatro dell’Opera di Roma, Dir. D. Gatti2019• Conte di Monterone in “Rigoletto”, Teatro Regio di Torino, Dir. R. Palumbo
• Dotto Dulcamara in “Elisir d’amore”, Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Dir. F.M. Carminati
• Marchese D’Obigny in “La Traviata”, Teatro Massimo di Palermo, Dir. A. Maniaci
• Robert in “Les Vespres Siciliennes”, Teatro dell’Opera di Roma, Dir: D. Gatti2018• Schaunard in “Boheme”, Teatro San Carlo di Napoli, Dir. S. Ranzani
• Bello ne “La Fanciulla del West” al Teatro Verdi di Pisa, al Teatro Alighieri di Ravenna, al Teatro Comunale Luciano Pavarotti di Modena e al Teatro Goldoni di Livorno, Dir. J.Meena
• Barone Douphol in “La Traviata”, Teatro San Carlo di Napoli, Dir. J. Bernacer
• Dancairo in “Carmen”, Terme di Caracalla, Dir. R. McAdams
• Cavalier Belfiore in “Un Giorno di Regno”, Teatro Verdi di Busseto/Festival Verdi, F. Pasqualetti
• Marullo in “Rigoletto”, Teatro dell’Opera di Roma, Dir. D. Gatti2017• Silvio in “Pagliacci”, Teatro Filarmonico di Verona, Dir. V. Galli
• Enrico Aschton (Cover) in “Lucia di Lammermoor”, Teatro San Carlo di Napoli, Dir. S. Ranzani
• Don Alvaro ne “Il Viaggio a Reims”, Teatro Filarmonico di Verona, Dir. F. Omassini
• Dancairo in “Carmen”, Terme di Caracalla, Dir. J. Lopez Cobos/ J. Bernacer
• Matheo in “Fra Diavolo”, Teatro dell’Opera di Roma, Dir. R. Macdonald
• Bello ne “La Fanciulla del West”, Teatro del Giglio di Lucca, Dir. J. Meena2016• Conte di Monterone in “Rigoletto”, Teatro Filarmonico di Verona, Dir. F.M. Carminati
• Principe Yamadori in “Madama Butterfly”, Teatro Municipale di Piacenza e Teatro Pavarotti di Modena, Dir. V. Galli
• Morales in “Carmen”, Arena di Verona, Dir. J. Kovatchev
• Barone Douphol in “Traviata”, Arena di Verona, Dir. J. Bignamini
• Marcello in “Boheme”, Teatro Regio di Torino, Dir. G. Laguzzi
• Barone Mirko Zeta ne “La Vedova Allegra”, Teatro Petruzzelli di Bari, Dir. M. Tomaschek2015• Dottor Malatesta in “Don Pasquale” Teatro Comunale di Bologna, Dir. G. La Malfa.
• Don Bartolo nel “Barbiere di Siviglia”, Maggio Musicale Fiorentino, Dir. A. D’Agostini.
• Don Pasquale nell’omonima opera, Teatro Sociale di Como e Teatro Pergolesi di Jesi, Dir. C. Franklin.
• Concerto al Teatro Les Monnaix di Bruxelles e all’Ambasciata italiana a Berlino per la Fondazione Arena di Verona2014• Don Magnifico in “La Cenerentola”, Auditorium Ada Martin a Santa Cruz de Tenerife, Dir. M.Pagliari.2013• Sagrestano in “Tosca” al Teatro Alfieri di Asti, Dir. M.Rota

PAOLA LO CURTO

Paola Lo Curto – Mezzosoprano
Paola Lo Curto inizia gli studi di canto a Palermo con il mezzosoprano Alessia Sparacio e successivamente continua lo studio a Milano con il Maestro Paolo Vaglieri. Nel frattempo consegue la laurea triennale in Scienze e tecnologie dell’Arte dello Spettacolo e della Moda presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Palermo. Nel suo percorso formativo prende parte a diverse masterclass di perfezionamento con interpreti di chiara fama quali Renato Bruson, Marcello Lippi, Anna Maria Chiuri, Anna Pirozzi, Raffaele Pè, Sonia Ganassi. Dal 2013 frequenta il corso universitario di canto del Conservatorio statale “G. Nicolini” di Piacenza nel quale ad Aprile 2017 ha conseguito il diploma di primo livello e nel 2019 di secondo livello sotto la guida del M° Maria Laura Groppi con il massimo dei voti. Nel 2011 ha vinto la borsa di studio,per il Progetto “P.O.G.A.S.”, bandito dalla fondazione “Orchestra Sinfonica Siciliana”di Palermo in qualità di solista per il madrigale “The Unicorn, the Gorgon and the manticore” di G. C. Menotti, eseguito presso il teatro Politeama di Palermo. Nel 2013 ha debuttato il ruolo di Giustina nel “Flaminio” di G.B. Pergolesi al Teatro Studio di Scandicci (FI) per il Maggio Fiorentino Formazione. Nel 2014 vince a Piacenza il concorso per la borsa di studio intitolata al tenore Gianni Poggi. Sempre nel 2014 debutta il ruolo di Flora nella “Traviata” di G. Verdi per il festival “Culture del Mondo” a Cuneo , il ruolo della Suora Zelatrice nell’opera “Suor Angelica”di G. Puccini presso il Teatro Comunale di Cagli (PU) e il ruolo di Mercedes nella “Carmen”di Bizet per l’ associazione lirica Luis Mariano di Irun (Spagna). Nel 2015 ha debuttato il ruolo di Jenny nell’ “Opera da tre soldi”per il Conservatorio Nicolini di Piacenza e la Fondazione Teatri di Piacenza e il ruolo di Giovanna nel “Rigoletto”di G. Verdi per l’associazione musicale Tampa Lirica di Piacenza. Nel 2017 ha interpretato il ruolo di Astolfo nell’opera contemporanea “Notte per me luminosa” di Marco Betta al Teatro Municipale di Piacenza e ha debuttato il ruolo di Berta nel “ Il Barbiere di Siviglia” di G. Rossini per l’associazione musicale Amici della Lirica di Piacenza. Prende parte al progetto Opera Laboratorio 2017 del Teatro Municipale di Piacenza nel ruolo di Ancella del “Simon Boccanegra” di G. Verdi diretto dal Maestro Pier Giorgio Morandi, con la regia di Leo Nucci. È interprete delle nuove produzioni del Teatro Municipale di Piacenza “Riccioli d’oro e i tre orsi” e “Cappuccetto rosso”di Stefano Guagnini e Davide Garattini in scena rispettivamente nel 2017 e nel 2018. Nel 2018 ha debuttato il ruolo di Didone dall’ opera Dido and Aeneas di H. Purcell, produzione del Conservatorio Nicolini. Nel 2019 è stata Alisa nella Lucia di Lammermoor di G. Donizetti per l’Estate Opera Festival a Piacenza e Maddalena nel Rigoletto di G. Verdi per il Tuscany Opera Festival.

ORCHESTRA FILARMONICA ITALIANA (OFI)

Orchestra Filarmonica Italiana (OFI)
È un organismo privato esistente da più di trent’anni, con organico variabile operante in Italia ed all’estero, che possiede un’attività di tutto rispetto e polifunzionale nell’impiego di proposte melodrammatiche, sinfoniche e cameristiche con o senza solisti. Orchestra conosciuta ed apprezzata non solo nei “circuiti teatrali” tradizionali italiani, vanta una produzione lirica assai corposa comprendente il più consolidato repertorio popolare italiano e quello di aspetto meno consueto riguardante opere rese marginali, o esecuzioni di titoli contemporanei anche in prima mondiale. L’Orchestra Filarmonica Italiana ha collaborato, nel corso dei suoi trent’anni di attività, con direttori di prestigio mondiale, tra cui vale la pena menzionare E. Müller, M. Viotti, N. Santi, S. Ranzani, P. G. Morandi, D. Garforth, Y. Ahronovitch, C. Franci, G. Zanaboni, M. Rota, A. Vlad, M. Letonja, G. Veneri, G. Taverna, G. Arena, F. Pantillon, W. Proost, solo per citarne alcuni) e con interpreti di fama planetaria (M. Devia, R. Kabaivanska, G. Dimitrova, K. Ricciarelli, P. Ballo, J. Carreras, A. Bocelli, J. Cura, R. Bruson, C. Gasdia, T. Fabbricini, Shlomo Mintz, etc… .
OFI non si esime dall’accostarsi direttamente al pubblico con progetti che ne evidenziano l’estrema duttilità e modernità, come la sua partecipazione, al Pavarotti International assieme ad artisti del calibro di Zucchero, Jeff Beck, Elisa, Jovanotti, Bocelli ed Ennio Morricone, o come quella che l’ha vista impegnata nella formazione di un’orchestra di utenti della community di YouTube. Scelta dalla London Symphony Orchestra a rappresentare l’Italia assieme all’orchestra Nazionale della RAI di Torino e in compagnia dei più importanti organici da 23 Paesi del mondo, OFI ha in quell’occasione messo a disposizione gli skill dei suoi musicisti per la creazione di tutorial audiovisivi destinati al grande pubblico.

CORO DEL TEATRO MUNICIPALE DI PIACENZA

Coro del Teatro Municipale di Piacenza
Le prime le notizie sul Coro del Teatro Municipale di Piacenza risalgono al 1804, anno dell’inaugurazione del nuovo teatro. 
L’impegno prioritario è sempre stato quello di partecipare alle diverse stagioni operistiche del Teatro Municipale, oltre a svolgere un’intensa attività concertistica a favore della città e della provincia.
Gli ultimi anni hanno visto intensificarsi notevolmente l’attività del coro, conseguentemente alla collaborazione con la Fondazione Arturo Toscanini e con il Ravenna Festival, che lo hanno portato ad acquisire una dimensione non più soltanto locale, bensì nazionale ed internazionale, sotto la direzione del M° Corrado Casati.
Tra le più prestigiose esibizioni si ricordano il Requiem di Verdi diretto da V. Rostropovich, “Rigoletto” con la regia di M. Bellocchio, Nabucco diretto dal M° Oren in presenza del Presidente della Repubblica, Don Pasquale diretto dal M° Muti (rappresentato, oltre che a Ravenna e Piacenza, a La Valletta, Mosca, San Pietroburgo, Liegi, Colonia e Parigi), “Il matrimonio inaspettato” di Paisiello diretto da Riccardo Muti, “Elektra “di Strauss diretta dal M° G.Khun,. Numerose le collaborazioni con il Ravenna Festival con la regia di Cristina Mazzavillani Muti, con rappresentazioni in vari Teatri Italiani e tournee all’estero: in Oman, Bahrain, Finlandia e Spagna di nuovo con la direzione del m° Muti. Ha partecipato a varie edizioni del Festival della Valle d’Itria di Martina Franca: alla realizzazione di “Zaira”,“Un giorno di regno “di G. Verdi e” Margherita d’Anjou” di Meierbeer diretta dal M° Fabio Luisi e con “Ecuba” di Manfroce con la Regia di P. Pizzi.
Presso il teatro Municipale di Piacenza nell’ambito delle stagioni liriche ha partecipato a produzioni prestigiose quali “Simon Boccanegra” di Verdi con Leo Nucci, l’esecuzione in forma di concerto di “I due Foscari”, con Leo Nucci , Fabio Sartori e Cristin Lewis, diretta dal M°D. Renzetti, “La Gioconda” di Ponchielli con Saioa Hernandez e Francesco Meli diretta dal m° Callegari.
Ha collaborato per tre anni con l’Italian Opera Academy del M^ Riccardo Muti eseguendo in forma di concerto selezioni di brani tratti da Falstaff, La Traviata) e Aida di G. Verdi.
Per quanto riguarda il repertorio sinfonico il coro ha preso parte numerosi concerti fra i quali ricordiamo: i Concerti “Le vie dell’amicizia” promossi e diretti dal M°Muti in Italia, in Kenia e in Iran; la n°IX Sinfonia di Beethoven con la Filarmonica Arturo Toscanini diretta dal M° Kazushi Ono e nel 2019 dal M° Alpesh Chuan e con l’Orchestra Haydn di Bolzano diretta dal M° Arvo Volmer, il Requiem di Mozart diretto dal M° Rinaldo Alessandrini, il Requiem di Brahms diretto da Alpesh Chauan con la Filarmonica Toscanini, lo Stabat Mater di Rossini con l’Orchestra Haydn diretta dal M°Robert King e nel maggio 2021 la Messa di Requiem di G. Verdi diretta dal M° Placido Domingo. In occasione della festa della repubblica del 2021 ha registrato l’inno di Mameli con l’orchestra Cherubini diretta dal m° Muti quale inno ufficiale delle ambasciate d’Italia all’estero. In settembre ha eseguito la Dante Symphonie di Liszt con la Filarmonica Toscanini in occasione delle celebrazioni dantesche.
Ha al suo attivo molteplici registrazioni audio e video attualmente in commercio: tra le più recenti ricordiamo le collaborazioni con Jonas Kaufmann, Pretty Yende e Anita Rachvelishvili, per la Sony.

JACOPO RIVANI

Jacopo Rivani – Direttore d’Orchestra
Nato a Ravenna, si diploma brillantemente in tromba all’Istituto Musicale della sua città e si laurea a pieni voti in Direzione d’Orchestra al Conservatorio di Musica G. Rossini di Pesaro sotto la guida del M° M. Benzi con una tesi dedicata alla drammaturgia Rossiniana con particolare approfondimento sull’opera “Il Barbiere di Siviglia”. Durante il percorso accademico ha approfondito lo studio della tromba con C. Quintavalla (prima tromba dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino), A. Lucchi (prima tromba dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia), M. Sohmmerhalder (solista) e G. Tarkovi (prima tromba dei Berliner Philharmoniker). Fondamentali per la sua formazione sono stati gli incontri con il M° P. Bellugi e il M° A. Zedda, il quale è stato correlatore della tesi di Laurea in Direzione d’Orchestra, e del quale il M° Rivani è stato assistente ne “Il Barbiere di Siviglia” di G. Rossini, in occasione del bicentenario della composizione, a Pesaro. Altro significativo incontro è stato quello con il M° Muti, in occasione del debutto a Ravenna Festival nel 2011.
Nonostante la giovane età, Rivani ha diretto più di 150 recite d’opera e oltre 50 concerti sinfonici riscuotendo un grande successo di pubblico e critica, tra cui si segnala la recensione di A. Foletto su Repubblica in occasione della direzione di Nabucco a Como (2017), e le recensioni sulle testate giornalistiche di settore (Giornale della Musica, Opera, Operaclick, GBOpera, Le salon Musical e altre). Tra i titoli di repertorio figurano: La Traviata, Rigoletto, Nabucco, Il Barbiere di Siviglia di Rossini, Cenerentola, Don Pasquale, Elisir d’Amore, Cavalleria Rusticana, Carmina Burana, Otello di Verdi, Madama Butterfly, sinfonie I, III, IV, V, VI e IX di Beethoven, IV di Tchaikovsky, IV di Mahler, Requiem di Mozart, Messa di gloria di Puccini e molti altri. Da segnalare l’appassionato impegno per il repertorio contemporaneo con un’importante predilezione per le prime assolute, tra cui “Milo, Maja e il giro del mondo” di M. Franceschini (2015) e “Ettore Majorana – cronaca di infinite scomparse” di R. Vetrano (2017) entrambe con grande successo di pubblico e critica. Nel corso del 2021 ha diretto le prime assolute delle opere “Pinocchio” di A. Tarabella (Teatri di Lucca, Ravenna e Rovigo) e “Il viaggio di G. Mastorna” di M. D’Amico (Teatri di Rimini, Ravenna e Cesena). E’ stato docente di “Semiografia della Musica Contemporanea” per i “Corsi As.Li.Co”, con riconoscimento del Teatro Alla Scala di Milano.
È stato inserito nei cartelloni di alcuni tra i principali teatri Italiani tra cui “Arcimboldi” di Milano, “Sociale” di Como, “Carlo Felice” di Genova, “Manzoni” di Bologna, “Pavarotti” di Modena, “Alighieri” di Ravenna, Teatro Farnese di Parma, teatri di Bergamo, Cremona, Brescia, Piacenza, Pavia, Bolzano, Trento, Roma (Olimpico), Napoli (Politeama), Sassari (Comunale), Reggio Emilia, Vicenza, Pordenone, Jesi, Chiaravalle, Osimo, Urbino, Ancona, Lucca, Pisa, Chieti, Lugo di Romagna, Pesaro, Ferrara e
Cesena e ha preso parte ad alcuni importanti Festival come “Ravenna Festival”(2012, 2019 e 2021), “Festival Como città della musica”(2016, 2017, 2018), “Festival Arena delle balle di paglia” (2016, 2019)e “Emilia Romagna Festival”(2017, 2018, 2021),
Ha diretto i complessi del Teatro Carlo Felice di Genova e del Teatro Comunale di Sassari, la Haydn Orchester di Trento e Bolzano l’Orchestra Filarmonica Arturo Toscanini, l’Orchestra Regionale dell’Emilia Romagna, l’orchestra “I Pomeriggi Musicali di Milano”, l’Orchestra Sinfonica del Teatro Rendano di Cosenza, la FORM – Orchestra Filarmonica Marchigiana, il SineForma ensemble, “Italian Chamber Opera Ensemble”, l’Orchestra Sinfonica della Repubblica di San Marino, l’Orchestra Lettimi, l’Orchestra da camera di Teramo, l’Orchestra 1813 di Como, l’Orchestra Filarmonica Italiana, l’Ensemble Tempo Primo e l’Orchestra Arcangelo Corelli, della quale è direttore Artistico e Musicale dal 2010.
Nel mese di aprile 2021 è stato pubblicato il suo primo lavoro discografico per l’etichetta Da Vinci Classics, che lo vede alla direzione di un programma interamente dedicato a Tchaikovsky, con la Serenata per Archi op. 48 e la versione orchestrale, da lui stesso elaborata, dell’Album per la Gioventù op.39. Di quest’ultima pagina nel 2021 è stato pubblicato il materiale musicale per Da Vinci Edition. Nel 2022 saranno pubblicati altri due lavori discografici per l’etichetta Da Vinci, su musiche in prima assoluta di Danilo Comitini e musiche di Piazzolla.
Tra i numerosi impegni futuri si segnala il debutto alla guida dell’Orchestra della Toscana (ORT) a Firenze, nella stagione 2023.
Numerose sono le partecipazioni a programmi televisivi e radiofonici come Prima della Prima (Rai 5), Radio 3 Suite, Primo Movimento (Radio 3).
É docente di TRPM presso il conservatorio statale di musica “G. Rossini” di Pesaro

ANDREA BATTISTINI

Andrea Battistini – Regia
Andrea Battistini inizia la propria attività artistica come attore e regista assistente nel Teatro Del Carretto di Lucca Compagnia da anni ai vertici dell’Innovazione italiana ed internazionale partecipando a numerosi Festival fra i quali: Spoleto, Mittelfest, Lille, Madrid, Lisbona, Città del Messico, Mosca, Colonia…
Prosegue il suo percorso prima presso il Centro di Ricerca e Sperimentazione Teatrale di Pontedera, poi con i maestri Jerome Savary, Renato De Carmine e soprattutto con Gabriele
Lavia. Dai primi anni del duemila è stato più volte Regista Ospite del Teatro Nazionale Moldavo Mihai Eminescu dove ha messo in scena numerosi spettacoli dirigendo attori provenienti dalla Scuola del Teatro d’Arte e dall’Istituto Teatrale Scukin di Mosca. Ha diretto allestimenti prodotti dai Teatri Stabili di Torino, Genova e Brescia, e dalle Compagnie Lavia Anagni, Casanova di Luca Barbareschi, Teatro Baretti di Torino diretto da Davide Livermore, Balletto Civile diretto da Michela Lucenti, Teatrul National M. Eminescu. Dal 2015 è regista ospite del Teatrul National de Opera si Balet Maria Biesu per il quale ha diretto Otello, Macbeth, Rigoletto, Il ballo in maschera, Nabucco di G. Verdi, Carmen di G. Bizet, Il matrimonio segreto di D. Cimarosa (per l’allestimento dell’ Otello ha vinto il premio come miglior regista di opera di Romania 2015, e il Macbeth è stato nominato nella terna dei migliori spettacoli lirici rumeni del 2017). Dirige Il matrimonio segreto di D. Cimarosa per conto dello Tsaritsyno Museum di Mosca. Per il Festival Opera Lunae 2021 dirige Tosca e Madama Butterfly di G. Puccini e Rigoletto, Macbeth e Otello di G. Verdi, e nell’edizione 2022 dirigerà Pagliacci di R. Leoncavallo e Cavalleria Rusticana di P. Mascagni Per il Festival Le voci e la luna Young 2022 dirigerà Così fan tutte e Le Nozze di Figaro di W.A. Mozart, e Traviata di G. Verdi.
Dal 1990 è Direttore Artistico della compagnia Teatro di Castalia, ottenendo, con la su a attività, il riconoscimento della Regione Toscana e della Regione Piemonte. Gli spettacoli prodotti dal Teatro di Castalia sono stati più volte inseriti nei cartelloni ufficiali di Festival, Circuiti Regionali e Teatri di livello nazionale tra cui: Teatri Stabili di Torino, Genova, Bolzano, Brescia. Fondazione Teatro Piemonte Europa di Torino, Fondazione Piemonte dal Vivo, Fondazione Toscana Spettacolo, Associazione Teatrale Pistoiese. Teatri Carcano di Milano, Ponchielli di Cremona, Comunale di Ferrara, Piccolo Eliseo di Roma , Puccini di Firenze, Verdi di Pisa, Giglio di Lucca … Festival la Versiliana, Festival di Ostia Antica, Festival di Lunatica, Le vie dei Festival Roma, Festival Off/Side di Ancona, Festival. Come didatta ha, tra gli altri, condotto progetti formativi per conto del Ministero degli Esteri, della Regione Toscana, della Regione Piemonte, dell’ ATP di Pistoia, del Conservatorio G. Puccini d ella Spezia ed è stato docente della Scuola per Attori del Teatro Nazionale di Genova, dell’Accademia per Attori dell’ Istituto Nazionale del Dramma Antico di Siracusa, dell’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria.

I SOLISTI DELL’ÉTOILE BALLET THEATRE

CAST BALLERINI
Violetta: Giulia Schenato
Zingarelle: Triana Botaya, Alice Dipino, Alessia Sorrentino.
Mattodori: Francesco Bruni, Riccardo Bruttomesso, Raffaele Sibilio

DIRETTORI ARTISTICI E COREOGRAFICI ÉTOILE BALLET THEATRE
Ines Albertini & Walter Angelini

Ines Albertini, piacentina, Prima Ballerina e coreografa internazionale, Maestra diplomata dell’American Ballet Theatre Training Curriculum e membro del CID UNESCO (International Dance Council), ha iniziato a studiare danza all’età di sei anni presso la scuola “Domenichino da Piacenza” sotto la direzione di Giuseppina Campolonghi. Ha frequentato diverse accademie prestigiose incluse: “Liliana Cosi e Marinel Stefanescu” di Reggio Emilia, “Ballettschule Theater Basel” di Basilea sotto la direzione di Amanda Bennett, “Acadèmie de dance Classique Principessa Grace” di Monte Carlo sotto la direzione di Marika Besobrasova, “Royal Ballet” di Londra sotto la direzione di Gailene Stock, e “Tanz Akademie Zuerich” di Zurigo dove si è diplomata sotto la direzione di Steffi Scherzer e Oliver Matz.Walter Angelini, Primo Ballerino e coreografo internazionale, Maestro diplomato dell’American Ballet Theatre Training Curriculum e membro del CID UNESCO (International Dance Council), nasce in un piccolo paese nel cuore della Brianza. A soli sei anni esprime il desiderio di iscriversi ad una scuola di danza così inizia il suo percorso artistico in una scuola locale, il “Dance Club” di Merate sotto la direzione di Eliana Oriano. A 11 anni, vince il concorso per entrare presso la “Accademia Del Teatro Alla Scala” di Milano sotto la direzione di Anna Maria Prina. Lavora in diverse produzioni del Teatro Alla Scala tra cui “Schiaccianoci”, “Gala Nureyef”, “Pipistrello”, “Don Quixote” e “Vedova Allegra”. Nei periodi estivi frequenta stage internazionali tra i quali il “Royal Ballet” di Londra, “Accademia di Rosella Hightower” di Cannes e “Alice 2 di 2 Alonso” di Madrid. A 17 anni dopo aver frequentato la “American Ballet Theatre Summer Intensive” vince la borsa di studio per la “Jacqueline Kennedy Onassis School at American Ballet Theatre”; così si trasferisce a New York dove frequenta l’ultimo anno accademico sotto la direzione di Kevin McKenzie e Franco De Vita e si diploma.Ines e Walter dopo essersi conosciuti a Milano, diventano ben presto partner di vita e di lavoro iniziando un sodalizio che li porterà nei più prestigiosi teatri del mondo. Dal 2010 hanno lavorato come Primi Ballerini nelle principali compagnie americane di Boston, New Jersey, Florida, Delaware, Tennessee, California, North Carolina e New York. Hanno interpretato i ruoli principali in un vasto repertorio classico, neoclassico e contemporaneo che include Marius Petipa, Frederick Ashton, August Bournonville, Vasili Vainonen, Yury Grigorovich, George Balanchine, Jiří Kylián, Rudolf Nureyev e Leonid Lavrovsky. Dal 2017 al 2020, sono stati Direttori Artistici della compagnia americana “US International Ballet” portando una visione dinamica, il talento per la coreografia e il coaching. Albertini/Angelini hanno riscosso grande successo in America allestendo le loro produzioni originali in tournée facendo il tutto esaurito e ricevendo numerosi riconoscimenti. Le loro creazioni più celebri includono “Vampiri”, “Lo Schiaccianoci”, “Cenerentola”, “Alice nel Paese delle Meraviglie”, “Il Mago di OZ” e “Requiem”. Collaborano con personaggi di spicco quali Andrea Bocelli e Nathan Pacheco impegnandosi nel sociale. Sono stati invitati in numerosi Gala internazionali in qualità di Primi Ballerini, ultimo nel Maggio 2022 con Daniil Simkin e Natalia Osipova presso il Teatro Arcimboldi di Milano. Nel settembre 2020, dopo 10 anni trascorsi negli Stati Uniti, fondano a Piacenza la compagnia di balletto professionale “Étoile Ballet Theatre” che durante la stagione 2020/2021, nel periodo di lock down, ha portato il balletto nelle case di oltre 40000 persone attraverso eventi digitali. La compagnia ha debuttato in Italia dal vivo nel settembre 2021 con lo spettacolo “Étoile Ballet Theatre Gala” in chiusura della rassegna “Estate Farnese 2021” con il patrocinio del Comune di Piacenza. La stagione 2021/2022 ha visto Étoile Ballet Theatre protagonista sulla scene del Teatro Filodrammatici di Piacenza con la produzione “Vampiri”, nel cartellone del Teatro Sociale di Stradella e del Teatro Municipale di Piacenza per l’apertura della stagione del balletto con “La Fanciulla di Neve”, al Teatro Verdi di Fiorenzuola D’Arda con “Scheherazade”. In occasione dell’inaugurazione della mostra “Klimt Digital”, presso l’Ex Chiesa del Carmine di Piacenza la compagnia ha portato in scena la produzione “L’Amour” che comprende estratti di “Frankie and Jhonny” e “Il Grande Gatsby”. La stagione 2021/2022 si conclude con il tour in Egitto con l’allestimento del balletto “Vampiri” presso il Cairo Opera House e l’Alexandria Opera House. Per essere sempre aggiornati sui prossimi eventi dell’Étoile Ballet Theatre visita il sito web ufficiale www.etoileballettheatre.com.

CHEZACTORS

ChezActors
ChezActors è un gruppo informale formatosi nel 2016 a ChezArt, storico circolo culturale piacentino, dalla volontà di Pier Cesare Licini di offrire ai suoi soci, oltre al linguaggio della fotografia, della musica dal vivo e dell’arte figurativa, anche il teatro: è così nato il laboratorio AL.T allenamento teatrale; attraverso questi laboratori si sono formati tre gruppi: ChezActors under 35, ChezActors4love e ChezActors advanced. ChezActors under 35 è il gruppo di giovani che affronta un percorso di avviamento professionale nel mondo teatrale.
Il primo spettacolo di debutto nel 2017, La roulotte degli spiriti- tratto dalla collana “La Galleria degli Spettri” di A. Hitchcock – è andato in scena in occasione dei Venerdì Piacentini e Canto di Natale di Dickens in occasione di Natale in Centro. Da quel momento ChezActors ha organizzato spettacoli quali Microcosmos, Il Patto, Il fantasma di Canterville, All’Invisibile, Sogno di una notte di mezz’estate, KermesseBrecht, Leonce e Lena, Priscilla, la magia sulle punte.
Il gruppo ha collaborato con numerose associazioni, amministrazioni e realtà sul territorio quali: il comune di Travo per l’evento Dove abitano le parole alla riscoperta di racconti Inediti di Giana Anguissola, Teatro DiVino per il festival Teatro di Vino organizzato dall’Assessorato al Commercio l’accademia di danza Domenichino da Piacenza. Gli attori sono stati in scena con Dannazione in collaborazione con Associazione I.C.O.N. e in collaborazione con Associazione Coming Out nell’autunno 2019 hanno partecipato a La vita tutta qui sul poeta Ferdinando Cogni e Romanzo di Molta Gente di Giana Anguissola per Estate Farnese. ChezActors ha organizzato inoltre in collaborazione con Global Hive Labs e Teatro Trieste 34 i laboratori internazionali di teatro creativo nel 2019 con Medusa e nel 2020 con Atlantide e nel 2022 il laboratorio multidisciplinare sull’accessibilità Teatro del mondo in collaborazione con Signdance dance company (U.K.) e due laboratori di traduzione: Silence di Trina Davis e La coalition de la robe di Garneau-Milot-Saint-Laurent. Al momento il gruppo sta lavorando a Il circo delle formiche omaggio ad Aldo Braibanti che debutterà al teatro Verdi di Fiorenzuola in apertura della stagione 2022-2023. Il gruppo è diretto da Carolina Migli Bateson e si avvale della collaborazione di altri professionisti ospiti: Mauro Barbiero, Fabrizio Careddu, Francesca Picci, John Jack Paterson, Denise Yvette Serna, Letizia Bravi, Filippo Bedeschi.

Dettagli

Data:
10 Settembre
Ora:
21:15 23:45
Tag Evento:

Luogo

Palazzo Farnese
Piazza della Cittadella, 29 - Pc
Visualizza il sito del Luogo
Call Now Button